BORGHETTO S. SPIRITO

22 Giugno – 11 Luglio 2019

Back to College | Arte Contemporanea

DARIO BREVI – FLORENCIA MARTINEZ

“Dario Brevi e Florencia Martinez, artisti tra i più significativi della generazione anni’80, inaugurano un nuovo percorso espositivo del progetto “Back to College”, fortemente voluto da Maurizio Ettore Maccarini in collaborazione con Sabrina Ruggeri, collocato nella città ligure di Borghetto Santo Spirito, che permetterà di proseguire in quella che si sta qualificando come una delle più interessanti iniziative di rilettura e contributo alla storicizzazione della generazione del Post Moderno italiano, vittima di lotte di sistema ma ora oggetto di una giusta rivalutazione.”

EDOARDO DI MAUROCritico d'arte
Brevi & Martinez, Borghetto S.S., Giugno-Luglio 2019

Gli artisti

Brevi Audrey Hepburn 2011
In mostra

DARIO BREVI

Nato a Limbiate nel 1955 dove vive e lavora. Si è diplomato nel 1973 al liceo artistico di Brera e nel 1978 si è laureato in Architettura al Politecnico di Milano.
Ha fatto parte, negli anni ’80, del movimento artistico “Nuovo Futurismo”, formatosi presso la Galleria Diagramma di Luciano Inga Pin a Milano e teorizzato dal critico e storico dell’arte Renato Barilli.

Il movimento è caratterizzato da un ritorno deciso al “fare arte”, in contrasto con le premesse dell’arte concettuale, auspica un ritorno alla realizzazione di “oggetti artistici” utilizzando particolarmente materiali di derivazione industriale. Le sue pitto sculture da parete, sono realizzate in MDF modellato e colorato con toni pieni e accesi.

Dario Brevi ha esposto in mostre personali e collettive in Italia e all’estero, in spazi pubblici, musei e gallerie private. Del suo lavoro si sono occupati numerosi critici con saggi e articoli su numerose riviste d’arte. Nel 2012 è stata pubblicata una sua monografia a cura di Renato Barilli.

Le parole dell' artista

FLORENCIA MARTINEZ

“Le onde è un progetto ideato per la nuova residenza di Borghetto Santo Spirito e funziona come un ecco sensibile al contesto, la traduzione in materia dell’ immateriale.
Vedere il mare è già partire, in questo senso le opere s’intendono come cristalizzazione del viaggio, sono opere giocose, molto elaborate ma paradossalmente leggere, i colori predominante il blu e l’arancio richiamano la terra e il mare, l’efimero e l’eterno. Sono composte di piccole cellule di tessuto, cucite una a una.”

Florencia Martinez